T. (+39) 0942 23091
logo_big

Chi siamo

L’Agorà è il risultato di un modo di guardare alla tradizione, alla storia millenaria ed all’identità della Sicilia e di Taormina, che nella mia famiglia ci si tramanda da generazioni. Nascere in una famiglia di antiquari, di persone che dedicano la propria vita alla ricerca e alla cura degli oggetti d’arte, significa infatti imparare ad amare la propria tradizione.
Classico” è un termine latino il cui significato era originariamente “di classe”, ovvero di prima scelta, sintesi dei valori del proprio tempo, massima espressione del gusto di un'epoca, non soggetto a mode effimere. 
L’amore per l'antico ed il classico, sintesi della migliore storia artistica, traccia ed impronta dello sviluppo continuo del gusto, unito ad una ricercata selezione di artisti contemporanei, rendono la Galleria L’Agorà di Taormina un luogo interamente da scoprire ed esplorare, uno “stargate” per fare incursioni nel glorioso passato, e riscoprirlo, ed allo stesso tempo un’occasione per guardare a coloro che oggi con la propria sensibilità artistica rielaborano il mito e la visione di Taormina e della Sicilia attraverso le proprie opere pittoriche.

Dietro ogni nostro oggetto d’arte, dalle antiche stampe ai quadri di artisti di ogni epoca, c'è l'amore e la cura di quando lo abbiamo trovato e comprato, e c'è la dedizione e l'orgoglio di chi lo ha posseduto. 
Mio padre Gaetano volle chiamare la Galleria L'Agorà, in omaggio a quello che è ancor più di prima luogo di incontro e scambio per coloro i quali amano l'antico e desiderano raccogliere il testimone di una lunga storia di bellezza.


Loris Consoli



Chiunque arrivi a Taormina vi riconoscerà un luogo di grande fascinazione ed uno straordinario contenitore di innumerevoli storie. Qui trascorsero del tempo David Herbert Lawrence, Tennessee Williams, Greta Garbo, Dennis Mack Smith, Roger Peyrefitte, Truman Capote, Oscar Wilde, solo per citarne alcuni, e nessuno di loro rimase impermeabile alla bellezza di questi luoghi. Scegliere di visitare Taormina significa fare esperienza di un'immensa eredità di cultura e bellezza.
Passeggiando per il Corso Umberto I di Taormina con la disposizione d'animo di chi, viaggiando, vuole non perdere nulla delle suggestioni di un posto meraviglioso, fui presto attratto da una vetrina: vi riconobbi oggetti diversi, pipe in schiuma, portasigarette in argento, orologi da polso, acquerelli ed oli su tela di grande bellezza, icone votive. Messo piede dentro “l'Agorà” (questo il nome del negozio), mi fu subito chiaro che avevo davanti agli occhi una vasta selezione di splendidi paesaggi e vedute, molte della quali siciliane e taorminesi.
Trovai pregiati volumi di viaggio in più lingue, molti dei quali di eccezionale rarità; splendidi avori e raffinati orologi erano attorniati, alle pareti, da una vasta rappresentanza di quei pittori che, in ogni tempo, avevano voluto trattenere, con l'ausilio di una tela e di una tavolozza di colori, almeno un briciolo della bellezza di cui avevano fatto esperienza a Taormina.
Con le sue stampe, quadri, oggetti rari, foto, antiche guide di viaggio ed una selezione di libri antichi, “L'Agorà” rappresenta il luogo in cui ogni collezionista desidererebbe arrivare, una vera enciclopedia per immagini della più autentica bellezza taorminese. Un acquerello di Robert Kitson o un quadro di King Charles Wood, una pittura di Otto o Giovanni Geleng, un'opera di Corrado Cagli o Farago, saranno la traccia per riscoprire, alle pareti del negozio, un profilo della grande storia di Taormina, come anche di tutte le piccole storie e testimonianze di coloro che qui hanno deciso di spendere parte della propria vita. “L'Agorà”, come nella migliore tradizione taorminese e nel segno dell'etimologia del suo stesso nome, è anche luogo di incontro e discussione per tutti quegli artisti, intellettuali e studiosi che non di rado si ritrovano qui, in un luogo in cui si ha il privilegio di poter fare un viaggio nel viaggio, accettando la sfida delle infinite suggestioni di Taormina. Oggi è Loris a gestire la Galleria, con una cura meticolosa che gli viene dall'insegnamento del padre Gaetano, che fu il primo ad avviare il negozio.
Quando entrai per la prima volta nel negozio, fui profondamente colpito dalla ricercata eterogeneità di quegli oggetti che avevo davanti: mi ero appena trasferito a Taormina, col mio carico di suggestioni e desideroso di voler far mie le storie che Taormina custodiva; fui felice di comprendere che nella visione di Gaetano e del figlio Loris Consoli c'era, e c'è, il desiderio forte di essere ambasciatori della millenaria storia di bellezza e cultura di Taormina.
Quella di Gaetano e di Loris Consoli è il frutto di una visione imprenditoriale che ha radici robuste nella più nobile delle aspirazioni: essere ben all'altezza di un passato glorioso e poterlo così testimoniare, perché non si estingua mai il testimone di bellezza che abbiamo ricevuto.
L'Agorà è oggi più che un negozio dove trovare splendidi oggetti: è una legenda per comprendere il composito mosaico della straordinaria storia di Taormina.

Alfio Bonaccorso
( Scrittore, giornalista e collezionista d'arte )

Leggi la recensione completa...